Assocalzaturifici: export nell’area CSI +12,8% nei primi 7 mesi del 2017

Dopo aver fatto tappa a Mosca (Obuv’ Mir Koži) Almaty e Kiev (Shoes from Italy) nell’ultimo mese, si è concluso per l’anno 2017 il programma di attività internazionale di Assocalzaturifici per la tutela e promozione dell’industria calzaturiera italiana nei Paesi dell’area CSI, zona altamente strategica per il comparto e che mostra i primi segnali di recupero su tutti i fronti.

Annerita Pilotti è AD della fermana Loriblu e presidente di Assocalzaturifici

Infatti, nei primi sette mesi del 2017 l’area della Comunità degli Stati Indipendenti ha registrato incrementi dell’export del 12,8% in valore rispetto all’analogo periodo del 2016. Inoltre le vendite hanno sfiorato i 277 milioni di euro nell’intera area, a fronte di un prezzo medio pari al 54,8 euro (in calo del 10%) e di un incremento delle quantità pari a 5 milioni di paia, in aumento del 25,7% rispetto ai primi sette mesi del 2016.

Segnali incoraggianti, che sanciscono un cambio di rotta rispetto all’ultimo triennio (2013-2016), in cui le vendite in quella regione sono calate complessivamente del 48% in valore e del 36% in volume.

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - ScarpeLusso - ScarpeIndustryBusiness