Amazon: crollo dell’utile netto nel secondo trimestre (-77%)

Amazon ha registrato un secondo semestre dell’anno in caduta del -77%, a causa di una crescita dei costi dovuti in particolare a significativi investimenti in segmenti come i contenuti video e in Paesi in forte crescita, come l’India.

Reuters

Il gruppo ha realizzato nei tre mesi conclusi a fine giugno un utile netto di 197 milioni di dollari (169 milioni di euro), ossia 0,40 dollari per azione, contro gli 857 milioni di dollari (1,78 dollari per azione) dello stesso periodo dello scorso anno. Gli analisti finanziari avevano previsto in media un risultato per azione di 1,42 dollari, secondo il consensus Thomson Reuters I/B/E/S.

Il fatturato del numero uno del settore a livello mondiale è invece aumentato del +24,8% nel periodo, raggiungendo i 37,96 miliardi di dollari, contro un consensus che prevedeva 37,18 miliardi.

Amazon, in procinto di acquistare la catena di negozi di alimenti bio Whole Foods Market per 13,7 miliardi di dollari, non è nuovo a investimenti in nuovi ambiti di attività, spesso a scapito dei suoi utili. Il gruppo, i cui costi operativi sono aumentati del +28,2% nel secondo semestre, attestandosi a 37,33 miliardi, prevede un risultato operativo per il trimestre in corso compreso tra i 300 e i 400 milioni di dollari.

All’inizio del mese, Amazon ha ottenuto il via libera da parte delle autorità indiane per stoccare e vendere prodotti alimentari in India; ciò permetterà alla società di sviluppare il proprio business in questo mercato, dove intendei competere con Flipkart, primo distributore online locale.

Versione italiana di Laura Galbiati

© Thomson Reuters 2017 All rights reserved.

Moda - AltromediaBusiness