Amazon Fashion: ad oggi l’attività di private label ha generato 21 milioni di dollari quest’anno

Il business di Amazon come private label ha generato 250 milioni di dollari di ricavi quest’anno. 19 delle 20 marche private più vendute sono commercializzate tramite l'etichetta AmazonBasics. L’85% delle vendite di AmazonBasics provengono dalla moda, dai prodotti per la cura del bambino e dalle vitamine.

Amazon

Il successo di Amazon con i suoi brand distribuiti tramite private label evidenzia perché retailer statunitensi come Dick's Sporting Goods e Nordstrom stiano pensando molto seriamente ad iniziative di creazione di marche private per aumentare la portata del proprio business.
 
Secondo un recente studio realizzato dalla società di analisi per l’e-commerce One Click Retail, il marchio privato di moda di Amazon Lark & Ro ha ottenuto una crescita del 90%, per un totale di 10 milioni di dollari di vendite, lo scorso anno. In aggiunta a Lark & Ro, gli altri marchi privati di abbigliamento creati da Amazon sono Buttoned Down, Mae e Goodthreads.
 
L’abbigliamento venduto tramite l’etichetta Amazon Essentials ha guadagnato 3 milioni di dollari finora quest'anno. Il rimanente 15% dell’attività di Amazon nelle private label è costituito da 45 marchi. L'abbigliamento è al primo posto fra le categorie di marche private, con vendite per 21 milioni di dollari finora ottenute quest’anno.
 
Oltre alla moda, anche le vendite di babycare e integratori vitaminici sono cresciute del 90% rispetto allo scorso anno. AmazonBasics è uno dei marchi nella Top 3 su Amazon negli Stati Uniti, ed è il numero 2 in Canada, con vendite annue per 12 milioni di dollari.
 
Mentre le private label sono un successo in Nordamerica, lo studio di One Click Retail ha rivelato che il business di Amazon con le marche private non è così forte in Europa. Infatti, AmazonBasics è al 20° posto in Francia, al 28° in Germania e al 30° nel Regno Unito.
 
Il CEO di One Click Retail, Spencer Millerberg, ha spiegato che il successo delle marche private create da Amazon è da attribuire al suo poter accedere a grandi quantità di dati e all’avere le risorse necessarie per sviluppare velocemente marchi e prodotti giusti per i consumatori. "Chi vende su Amazon può imparare molto su come essere competitivo semplicemente guardando la strategia di Amazon nelle marche private”, ha detto.
 
Ricordiamo che le private label, o marche private, sono brand che vendono prodotti realizzati o forniti da società terze commercializzati però con il marchio del distributore che vende oppure offre il prodotto o il servizio (supermercati, catene della grande distribuzione organizzata, gruppi d’acquisto, ecc.). Un tipo di prodotti che consente di saltare il ricarico del grossista ed è privo della componente di costi di marketing tipica dell’industria di marca, permettendo così al consumatore di portare a casa un articolo di qualità assimilabile a quella di una marca nota a costi più contenuti, e al distributore di incassare margini più alti e rafforzare agli occhi dei clienti la propria immagine di convenienza e/o qualità.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AltroBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER