Ahirain punta a raddoppiare la sua distribuzione nel mondo in un anno

Il progetto di outerwear del marchio Ahirain nasce nel 2015 dall'idea di tre imprenditori toscani, i fratelli Azzurra e Giampaolo Morelli con il socio Andrea Pucci, che è l’AD del brand. L’etichetta di capispalla della società empolese Pellemoda è arrivata alla quinta stagione sulla Donna (la prima fu l’AI 2016) e alla seconda stagione maschile, che ha debuttato a gennaio 2018 al Pitti Uomo. Nell’edizione di giugno sono invece state lanciate le borse-zaino, ma soprattutto l’AD Pucci ha spiegato che Ahirain intende raddoppiare la propria distribuzione.

Ahirain, PE 2019

“Ahirain propone capispalla dai materiali e dettagli interamente tecnici, quindi impermeabili e antivento, gli stili sono ricercati e sofisticati, con elementi ripresi dai mondi del wellness, del trekking e delle utility, cui si unisce una grande ricerca nei tessuti”, precisa Andrea Pucci, “per arrivare quindi a realizzare non solo abbigliamento sportivo, ma anche capi destinati a "viaggiatori universali". Nella fattispecie, per la stagione PE 2019 abbiamo realizzato un tinto capo con polveri di metalli e una rivisitazione del tartan e dei riquadri madras in chiave contemporanea, i cui check sono ripresi nel nylon leggero, nel misto cotone o nei canvas, che ripetuti lavaggi e sovratinture rendono simili ai motivi dei vecchi fazzoletti”.
 
La linea di giacche Ahirain ha un entry price retail di 450 euro e si arriva fino a capi che costano 1.500 euro, ma il cuore dell’offerta prodotti s’attesta su un prezzo di 650-700 euro al dettaglio. Ahirain ha lanciato il mese scorso, al Pitti Uomo di giugno, la sua prima linea di borse-zaino, che è stata coordinata con gli stessi materiali, colori, soluzioni e accessori adottati per la linea d’abbigliamento; anch’essi sono tutti impermeabili.

Ahirain è arrivato alla quinta stagione di produzione di abbigliamento Donna

Fondato 40 anni fa da Bruno Morelli - padre di Azzurra e Giampaolo che ne sono gli attuali proprietari - Pellemoda ha registrato un fatturato di 66 milioni di euro (cresciuto a una cifra percentuale) nel 2017, ed impiega attualmente 250 collaboratori riuniti nella sede di Empoli, la quale copre una superficie di circa 13.000 mq.
 
Con un archivio storico di oltre 6.000 capi, Pellemoda è un'azienda a ciclo completo che produce collezioni in tessuto, pelle, pelliccia per prestigiose case italiane e straniere dei settori moda e lusso. I fratelli Morelli, questa volta con un altro socio, Martino Manzoni, hanno anche creato nel 2006 una consociata di Pellemoda, la Hostage, che si occupa di lavorazioni ibride di tessuto-pelle per capi d’alta moda.

Ahirain, PE 2019

La distribuzione di Ahirain è in 120 multimarca di alta gamma e retailer top italiani ed internazionali (come per esempio Degli Effetti a Roma, Excelsior e Biffi a Milano, Silvia Bini a Viareggio, The Library a Londra, Tsum a Mosca, Club21 a Singapore) ed è prevalentemente rivolta all’estero, per il 65%; solo il restante 35% è in Italia. Ahirain è infatti maggiormente diffuso nei mercati dell'Asia orientale, come Giappone e Corea del Sud, seguiti dagli Stati Uniti, dalla Russia e poi dai mercati europei, con l'Italia in prima posizione.
 
“Il nostro obiettivo a breve-medio termine è proprio di sviluppare la distribuzione wholesale sui mercati per noi già maturi, arrivando a distribuirci in 250 punti vendita nell’arco delle prossime due stagioni, quindi un anno”, conclude Pucci. 

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriLusso - Prêt à porter DistribuzioneBusinessCollezione