ATP Atelier combina con successo minimalismo svedese e artigianato italiano

Un défilé, una boutique concept store, una presentazione a Parigi… ATP Atelier è attivo su tutti i fronti in questo settembre 2018, ben deciso a proseguire la propria espansione. Cofondata da Maj-La Pizzelli e Jonas Clason nel 2011, l’etichetta svedese di pelletteria (borse e scarpe) ha sedotto finora 200 multimarca, tra i quali Harvey Nichols, Net-A-Porter, The Line a New York e, da questa primavera, anche il grande magazzino italiano La Rinascente.

Maj-La Pizzelli (al centro) e Jonas Clason (a destra) con le loro modelle subito dopo la fine del loro primo défilé - FashionNetwork.com ph Dominique Muret

“Realizziamo il 60% delle nostre vendite all’estero. Vogliamo svilupparci soprattutto in Francia, dove per il momento siamo distribuiti dal sito departementfeminin.com”, dice Maj-La Pizzelli, che sarà a Parigi per la Fashion Week, dal 28 settembre al 2 ottobre prossimi, nello showroom Swedish Fashion Now, ospitata dall’Istituto Svedese, situato nel Marais, al 10 di rue Elzévir.
 
Attiva nel mondo della moda da oltre 20 anni, la designer ha lavorato 13 anni per Filippa K, una delle etichette di prêt-à-porter femminile più conosciute della Svezia, dove era la responsabile del prodotto. Dopo alcuni anni come consulente ha lanciato ATP Atelier, che prende il nome dalla canzone dei Velvet Underground “All Tomorrow’s Parties”, insieme a Jonas Clason, stilista proveniente da Acne Studios che aveva incontrato da Gul & Blå, marchio svedese per il quale hanno lavorato insieme per un po'.
 
Affascinata dai sandali realizzati da un artigiano locale che indossano gli abitanti di Otranto, in Puglia, dove i due stilisti avevano appena trascorso le vacanze con la propria famiglia, la coppia ha cominciato a pensare ad un concept di sandali da città e soprattutto all'idea “di un marchio scandinavo di accessori di qualità, che all'epoca mancava al mercato svedese”, racconta Maj-La Pizzelli. Molto rapidamente, il progetto prende forma attorno a due assi: un design scandinavo per un prodotto interamente Made in Italy, realizzato tra Pisa e Firenze.

Uno dei nuovi modelli di calzature del marchio svedese - ATP Atelier

“Quasi il 70% della nostra produzione è realizzato con pelle di vacchetta con concia vegetale. La nostra caratteristica è quella di offrire un prodotto sostenibile ad un prezzo accessibile”, spiega la stilista. Le calzature ATP Atelier sono vendute fra i 300 e i 500 euro, la piccola pelletteria attorno ai 100 euro.
 
Coi suoi sandali dal design minimalista, i mocassini dallo stile sixties e i colori vivaci, gli stivali di tendenza e le borse ad un tempo chic e minimali, il piccolo marchio non ha tardato ad avere successo. Oggi ha circa 20 dipendenti e realizza un fatturato di 4 milioni di euro.
 
La scorsa primavera, ATP Atelier ha aperto la prima boutique a Södermalm, quartiere alla moda di Stoccolma, a pochi passi dal suo studio creativo. Concepito come un concept store, lo spazio dagli arredi cool e minimalisti con mobili di legno in stile vintage accoglie, oltre alle collezioni, delle opere d’arte contemporanee, dei gioielli del marcho svedese All Blues, dei profumi della casa italiana Extrait D'Atelier e dei vestiti del marchio newyorchese Colovos. Vi si può anche prendere un caffè e comprare di tutto: dai fiori, forniti dal fiorista locale Christoffers Blommor, fino agli stessi mobili del negozio!

Uno dei nuovi modelli di borse creati dall'etichetta - ATP Atelier

Ed è proprio nel loro nuovo negozio che Maj-La Pizzelli e Jonas Clason hanno scelto di organizzare il loro primo défilé in assoluto, durante la Fashion Week di Stoccolma, conclusasi lo scorso 30 agosto.
 
Per l’occasione, il brand ha selezionato come modelle delle influencer svedesi e statunitensi, e delle giovani donne con cui lavora ogni giorno, di tutte le taglie e misure, che indossavano dei kimono bianchi su pantaloni neri per valorizzare gli accessori. Uno show riuscito, allo stesso tempo conviviale ed elegante, che faceva venire la voglia di scoprire l’universo di ATP Atelier.

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2018 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter Moda - AccessoriLusso - Prêt à porter Lusso - AccessoriCreazioneBusiness
ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER