‘CFDA Awards’: Raf Simons vince il premio uomo e donna

Raf Simons, il direttore creativo di Calvin Klein, ha vinto i premi principali assegnati la sera di lunedì 5 giugno ai ‘CFDA Awards’. Una cerimonia che gli organizzatori hanno voluto improntare nel segno della speranza e della tolleranza.

Raf Simons - Calvin Klein

Assegnando a Raf Simons i premi di stilista dell’anno per le sue collezioni Calvin Klein uomo e donna dell’autunno 2017 (un exploit fino ad oggi realizzato solamente da Calvin Klein stesso nel 1993), il Council of Fashion Designers of America non ha fatto che sottolineare l’impatto che lo stilista belga ha avuto sul mondo della moda statunitense, da quando è entrato a far parte della leggendaria griffe nel 2016. Le collezioni autunno-inverno per le quali Raf Simons è stato premiato sono state acclamate come una dichiarazione d’amore alla diversità del Paese e alla sua ospitalità, pur nel tumulto creato dalla presidenza di Donald Trump.
 
“Se noi, come stilisti, possiamo essere una fonte d’ispirazione per sapere che cosa il mondo dovrebbe essere, io penso che sia qualcosa che dovremmo considerare come un compito molto importante”, ha dichiarato Raf Simons nel suo discorso di ringraziamento.
 
Il comitato del CFDA ha anche voluto rendere omaggio alle donne, onorando i contributi dati da tre grandi figure del movimento per i diritti delle donne: Cecile Richards di Planned Parenthood, la femminista Gloira Steinheim e l’icona pop Janelle Monaé, che ha pronunciato un discorso di cinque minuti sulla moda, il percorso delle donne e l'importanza dell’inclusione: “I diritti delle donne sono dei diritti umani. I diritti LGBT sono dei diritti umani. I diritti dei poveri sono dei diritti umani. I diritti delle minoranze sono dei diritti umani. Quindi, come esseri umani, non dimentichiamo che nessuno di noi sarà libero finché non saremo tutti liberi”.

L'evento è iniziato al suono di "This is not America" - Calvin Klein - Autunno-Inverno 2017/18 - New York - © PixelFormula

Tra i tanti premi distribuiti lunedì sera, il premio di stilista di accessori dell’anno è stato assegnato a Stuart Vevers, di Coach; quallo di stilista internazionale dell’anno a Demna Gvasalia; quello che premia l’insieme dell’opera a Rick Owens. Lo ‘Swarovski Award’ che premia i giovani talenti è stato assegnato a Fernando Garcia e Laura Kim de Monse, e il premio del fondatore è stato assegnato alla truccatrice Pat McGrath.
 
Anna Wintour, ex direttrice di “Vogue”, ha partecipato alla cerimonia per assegnare il ‘CFDA Icon Award’ postumo a Franca Sozzani. Riconoscendo l'importante contributo dato all’universo della moda dalla defunta direttrice di “Vogue Italia”, Anna Wintour ha dichiarato: “L’immaginazione profonda di Franca è stata ispirata dal dramma, dall'ironia, dalla storia, dall'ambizione e dalla sensazione che la moda sia molto di più di qualche abito su una passerella. Era così intrepida, e ha permeato il “Vogue” italiano di uno scopo morale profondo e spesso controverso – pensate al suo portfolio sulla violenza domestica, al suo ruolo di pioniere in favore delle modelle nere, o ancora alla sua copertina con alcune modelle grandi taglie. Non era solamente in anticipo sui tempi. È stata anche in anticipo sul nostro coraggio, in molti modi”.
 
Versione italiana di Gianluca Bolelli

Versione italiana di Gianluca Bolelli

Copyright © 2017 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.

Moda - Prêt à porter CreazionePeople